Vivere Il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo
Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo

Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo

Associazione di volontariato culturale CESANO MADERNO


c/o Palazzo Arese Borromeo - via Borromeo 41, 20811 Cesano Maderno – MB
e-mail info@vivereilpalazzo.it

Attività: Van Gogh - Gaugain

“VIVERE” IN VIAGGIO CON VAN GOGH E GAUGUIN


Un azzardo recarsi in pullman a Genova il 22 gennaio rischiando eventuali neve, ghiaccio sulle strade e freddo? No, perchè il tempo è stato propizio ai partecipanti alla visita della mostra “Van Gogh e il viaggio di Gauguin” allestita a Palazzo Ducale di Genova. E se anche il maltempo avesse imperversato, sarebbe valsa la pena affrontare il viaggio da Cesano alla città ligure per riempirsi gli occhi di capolavori che artisti di due secoli, il XIX e il XX, hanno creato per il loro e il nostro piacere. Stiamo parlando dell’ultima iniziativa dell’associazione culturale “Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo” che, nell’ambito degli “Incontri con l’Arte”, curati dal professor Corrado Mauri, ha pensato di non poter mancare all’appuntamento con artisti che hanno lasciato un segno indelebile nell’arte contemporanea. Tanto più che, nel prossimo futuro, non sarà facile rivedere in Italia l’unica opera di Gauguin esposta: “Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?”, proveniente da Boston, date le sue dimensioni e la sua fragilità.

“VIVERE” IN VIAGGIO CON VAN GOGH E GAUGUIN
“VIVERE” IN VIAGGIO CON VAN GOGH E GAUGUIN

La mostra è incentrata sul tema del viaggio, inteso sia come esplorazione geografica, sia come immersione nella propria interiorità. Il nucleo centrale è nelle quaranta opere di Van Gogh che viaggia sia nello spazio, con i dipinti prima ambientati nei bui interni olandesi, poi nel luminoso paesaggio del sud della Francia, sia nella sua tormentata psiche, qui efficacemente rappresentata dall’Autoritratto al cavalletto, uno dei numerosi che l’artista eseguì, alla ricerca della sua identità e del suo vero volto.
Il dipinto di Gauguin, invece, rappresenta il testamento spirituale dell’Artista che, dopo la morte della figlia e prima del suo tentato suicidio, rappresenta il mistero della vita, dalla nascita alla morte.

“VIVERE” IN VIAGGIO CON VAN GOGH E GAUGUIN

Altre due sezioni sono dedicate rispettivamente alla pittura americana e a quella europea. I pittori americani del XIX secolo ci fanno conoscere territori allora vergini e perciò grandemente suggestivi, con intenti anche documentaristici, il viaggio interiore arriverà con Hopper, qui con una figura di donna pensosa e muta e con Rothko, ormai giunto all’informale.
I pittori europei sono rappresentati da vari autori, fra cui spiccano Turner, con i suoi tempestosi paesaggi marini che verso la fine della sua carriera anticipano di quasi un secolo l’astratto e Monet, con immagini del giardino della sua tenuta di Giverny. Viaggio mentale, invece, è soprattutto quello di Kandinsky, fatto di colori forti e vigorose pennellate.
Merita una citazione anche l’allestimento, che ha isolato al buio di una capanna di canne il capolavoro di Gauguin e a quello di una stanza vuota, che lascia spazio alla riflessione, l’autoritratto di Van Gogh. Altrettanto interessanti e significativi il plastico del Giardino in cui viveva Monet e la ricostruzione della stanza di Van Gogh, come ci appare nel famosissimo dipinto che anche i libri di scuola riportano.

“VIVERE” IN VIAGGIO CON VAN GOGH E GAUGUIN

I prossimi appuntamenti degli “Incontri con l’Arte” prevedono:
- Domenica 26 febbraio: Bernardo Bellotto. Il Canaletto delle corti europee a Conegliano Veneto;
- Sabato 24 e Domenica 25 marzo: Varallo e il Sacro Monte;
- dal 28 aprile al 1° maggio: la Catalogna;
- Maggio: Forlì, Adolfo Wildt;
- Maggio: Sacro Monte d’Orta.

Marina Napoletano


indietro

Maggio 2019

Disponibile online
QUADERNI
DI PALAZZO ARESE BORROMEO

Se non sei iscritto al sito puoi farlo da qui:
iscrizione gratuita al sito

Login

username:
password:

Vedi il video:

Palazzo nel Tempo - Digital Click
Palazzo nel Tempo - Digital Click


Per vedere gli altri video
vai al canale
VIVEREILPALAZZO
su YouTube