Vivere Il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo
Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo

Vivere il Palazzo e il Giardino Arese Borromeo

Associazione di volontariato culturale CESANO MADERNO


c/o Palazzo Arese Borromeo - via Borromeo 41, 20811 Cesano Maderno – MB
e-mail info@vivereilpalazzo.it

Attività: Kandinsky 2014

CONFERENZA KANDINSKY

CONFERENZA KANDINSKY

Nell’ambito delle iniziative degli INCONTRI CON L’ARTE il prof. Corrado Mauri ha proposto una Conferenza, mercoledì 13 marzo in Sala Aurora di Palazzo, su Vassily Kandinsky in occasione della Mostra a Palazzo Reale di Milano.

CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY

Il suggerimento che Mauri ha fornito ai presenti in Sala è stato quello, alla luce di quanto avrebbe spiegato, di visitare poi la mostra, come in solitudine, di porsi di fronte alle sue opere senza una ferma volontà di capire, ma semplicemente di lasciarsi andare alle suggestioni, alle sensazioni spontanee che i dipinti di questo artista offrono. Kandinsky, al di là della sua fase iniziale di formazione e dei primi anni (decide di dedicarsi esclusivamente alla pittura dopo i trent’anni) in cui il rapporto con la realtà, figura o paesaggio, è effettivo, rimane sempre legato ad esperienze significative quali la visita alle isbe, case di contadini i cui interni erano decorati con vivaci colori o il mondo delle illustrazioni delle fiabe e racconti medioevali russi, sempre molte colorate. Altra presenza fondamentale è la sua formazione musicale: pianoforte e violoncello sono stati studiati sin da piccolo.

CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY

Questo vissuto lo porta già intorno agli anni dieci del Novecento a dare sempre meno importanza nei suoi lavori alla rappresentazione dell’oggetto ed a realizzare con l’acquarello il primo dipinto astratto, dove forme e colori sono privi di riferimenti realistici. Sino all’inizio degli anni venti ha alternato dipinti astratti con altri figurativi, ma poi con la fondamentale attività di docenza al Bauhaus l’astratto è stato assoluto. Anche la sua produzione di scrittore è stata rilevante, oltre alla produzione di articoli per riviste, tre i libri pubblicati: Sguardi sul passato, Lo spirituale nell’Arte e Punto Linea e Forma, nei quali man mano concretizza teoricamente come sia necessario tener conto, per il pittore, dei valori tecnici ma anche simbolici di ogni singolo colore e del rapporto compositivo delle forme.

CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY
CONFERENZA KANDINSKY

Pur operando in un contesto “astratto” l’artista fa riferimento e segue le proprie ”risonanze interiori”, come lui le chiama, in pratica ascoltare ed esprimere il proprio vissuto senza l’oggetto, usando intelligentemente le possibilità espressive dei colori, primari o complementari, nel loro rapporto, disegnando linee rette o curve, forme geometriche che nel rapportarsi fra di loro creano composizioni ove riconoscere armonie, sensazioni o sinfonie, come nella musica. Mauri ha sottolineato quanto la lezione di Kandinsky, sia dei dipinti sia degli scritti, sia stata importante per la propria formazione di pittore, in quanto l’alfabeto e le regole della pittura sono alla base di ogni opera d’arte. Ecco perché Kandinsky non va solo visto ma soprattutto ascoltato nelle sue risonanze interiori.

Marina Napoletano


indietro

Maggio 2019

Disponibile online
QUADERNI
DI PALAZZO ARESE BORROMEO

Se non sei iscritto al sito puoi farlo da qui:
iscrizione gratuita al sito

Login

username:
password:

Vedi il video:

Palazzo nel Tempo - Digital Click
Palazzo nel Tempo - Digital Click


Per vedere gli altri video
vai al canale
VIVEREILPALAZZO
su YouTube